LA VITTORIA SUL MANCHESTER CITY

Vedendo Napoli-Manchester City chissà quanti tifosi della Sampdoria si sono fatti prendere dalla nostalgia. La grande impresa del Napoli infatti ha anche il marchio della Sampdoria.
C'è il timbro Sampdoria anche nel Manchester City perché Roberto Mancini, uno degli uomini-chiave della Sampdoria scudetto ha voluto nel suo staff Fausto Salsano, Attilio Lombardo, Battara junior come preparatore dei portieri e persino il mitico massaggiatore Viganò. Il Manchester di Mancini a Napoli ha perso pur giocando bene e in Inghilterra sta dominando il campionato, sente aria di scudetto.
Al San Paolo ha perso perché si è trovato un Napoli «anema e core», una squadra da leggenda. Tutti sono concordi nel dire che il merito principale è dell'allenatore Walter Mazzarri. Che la Sampdoria aveva mandato via anche se aveva ancora un anno di stipendio. Poi Giuseppe Marotta riuscì a sbolognarlo ad Aurelio De Laurentiis e fece la fortuna del Napoli. Perché il Napoli è diventato grande anche grazie ai due giocatori prelevati dalla Sampdoria, Campagnaro e Maggio. Ai quali si potrebbe aggiungere l'argentino Lavezzi che Enrico Preziosi aveva già acquistato per il Genoa da serie A. Poi invece che in A il Genoa per le vicende della partita col Venezia si ritrovò in serie C e il presidente fu costretto a liberare il fuoriclasse Lavezzi, ma Preziosi era arrivato prima di tutti.
Per il Napoli col marchio-Sampdoria si può inserire Aronica, che sta facendo la sua figura vicino a tanti campioni. Mazzarri aveva avuto con sé Aronica nella Reggina e avrebbe voluto portarselo dietro alla Sampdoria. Ma quando l'allenatore andò da Marotta a chiedergli Aronica, il direttore generale si mise a ridere. Campagnaro era già bravo nella Sampdoria, ma a Napoli è diventato bravissimo. Ma il capolavoro di Mazzarri a Napoli si chiama Maggio. A Genova era un difensore così così. Mazzarri l'ha trasformato in un fuoriclasse. Va avanti e indietro sulla fascia, nessuno riesce a fermarlo, brucia gli avversari in velocità. Inarrestabile. Poi crossa per gli attaccanti, ma va al tiro anche lui. Con la cura-Mazzarri Maggio è diventato un punto di forza della Nazionale.
Mazzarri, Campagnaro, Maggio. Sono diventati l'oro di questo Napoli che sta andando avanti anche in Champions. Il Napoli può ringraziare la Sampdoria.