Viva il panettone «Solo a fine anno è un’ingiustizia»

Uno che considera «un’ingiustizia» poter mangiare il panettone solo a Natale non poteva che dedicargli un dessert, «un modo diverso di mangiare questo storico dolce natalizio e di utilizzarlo anche dopo le feste», firmato: Antonello Colonna.
Grati a questa «ingiustizia», che ci farà scoprire come mangiare in modo insolito il caro panettone, vediamo meglio come lo chef di Labico prepara questo dolce, per il quale ci dà subito un fondamentale consiglio: «Onde evitare una prima prova fallimentare magari proprio nel pranzo del 25 dicembre, allenatevi nella preparazione del soufflé prima di queste giornate e il successo sarà assicurato». Infatti «anche se il soufflé necessita di una preparazione lunga e impegnativa, se fatta nel pieno rispetto delle dosi e dei procedimenti di realizzazione saranno soddisfatte in pieno le vostre aspettative e quelle dei vostri ospiti». Chi meglio di Colonna, fortemente ancorato alla tradizione e alla storia gastronomica della nostra città, per parlare della più tradizionale delle feste? «Questo soufflé di panettone prende forma proprio da un attento studio di ricerca. Ho voluto quasi omaggiare questo storico dolce della tradizione natalizia - frutto di un errore o di un romantico dono, queste sono le versioni che ci sono state tramandate dai nostri antenati - che da anni presenzia sulle nostre tavole, re indiscusso di tutti i dolci delle feste». Salutiamo lo chef di Labico che si congeda con un messaggio di auguri, non esclusivamente di Natale: «Gli odori e i profumi che rimangono nascosti nella nostra memoria dei sapori rinascono e risorgono solo a Natale, freschi di tradizione e nuovi di storia».LA RICETTA
Soufflè al panettone
Ingredienti: 500 gr di latte; 200 gr di panettone; 10 gr di miele; ½ limone spremuto; ½ arancia spremuta; 25 gr di fecola di patate; 70 gr di albume; 25 gr di zucchero; 1 rosso d’uovo; un pizzico di sale.
Procedimento: fate bollire per cinque minuti il latte nel quale avrete aggiunto il panettone a pezzi, il miele, il succo di limone e d’arancia. Aggiungete alla fine la fecola precedentemente diluita nel latte. Nel frattempo montate leggermente gli albumi con lo zucchero e un pizzico di sale. Unite al rosso d’uovo lo zucchero e aggiungete il tutto agli albumi semimontati girando dall’alto verso il basso. Imburrate dei monostampi, cospargeteli di zucchero e versatevi il composto senza arrivare fino al bordo. Infornare per dieci minuti per 180° e servire subito.