Via Vivaio pensa a quotare la holding della Serravalle

Penati svela che la «Provincia è pronta a prendere in considerazione la possibilità di quotare Asam». Scelta di sfruttare l’holding se il Comune risponde picche ai diktat di Palazzo Isimbardi, «dopo un aumento di capitale pari a 400 milioni che porta Asam a quota un milione e mezzo di euro». Strategia che, annotano gli azzurri Esposito e Lombardi «è frutto della confusione, sia su cosa fare dopo aver sborsato 238 milioni di euro che sui metodi adottati senza nemmeno consultare il consiglio». Nota che il capogruppo azzurro Dapei fa seguire dall’annuncio di un «ricorso al Tar qualora si continui nel gioco delle tre tavolette». Che Masseroli, presidente commissione comunale Bilancio, spera possa essere rivelato nell’audizione di Rota e Di Marco, rispettivamente presidente e ad di Serravalle. «L’assenza preannunciata da Di Marco sarebbe però uno sgarbo istituzionale di troppo».