Vivendi centra quota 20 miliardi ma non le attese

La francese Vivendi chiude il 2006 con un fatturato in crescita del 2,8% oltre quota 20 miliardi. Risultati tuttavia insufficiente a centrare le attese dei mercati (meno 1,2% sull’ultimo trimestre) complici ricavi in lieve calo dalla divisione tlc mobili e una crescita moderata su musica e media. Consistente l’incremento solo per il settore dei videogiochi. In media gli analisti stimavano un fatturato da 20,141 miliardi e a Parigi il titolo Vivendi ha ceduto il 2,1%. La controllata di telefonia mobile Sfr (8,67 miliardi il fatturato) ha imputato la contrazione dei ricavi al calo delle tariffe imposto dall’Authority sulle telecomunicazioni transalpina (Arcep).