Vivendi, nuovi azionisti

Due investitori, l’iraniano Jahanchahi e il norvegese Vik, sono diventati il principale azionista di Vivendi Universal. Lo scrive il quotidiano La Tribune, precisando che con una quota del 2,5%, i due raiders intendono rafforzare la loro presenza nel capitale del gruppo francese di cui la Caisse des Dépots et Consignations era finora il principale azionista con il 2,33%. Lo scopo sarebbe quello di indurre il gruppo a cedere asset. Il titolo ha avuto un’immediata reazione in Borsa, con un progresso del 3,3 per cento.