Vivendi offre 2 miliardi per rilevare Bmg Music

La società appare favorita nella gara con Warner e Bc Partners

da Milano

Universal Music, consociata del gruppo Vivendi, ha presentato un'offerta vicina ai due miliardi di dollari nell'asta per acquisire Bmg Music, società discografica del gruppo tedesco Bertelsmann. A riportare l’indiscrezione è stato ieri il Financial Times che ha citato fonti vicine alle trattative. Universal, numero uno al mondo nel settore discografico ha presentato l'offerta in un secondo round di trattative, insieme a Warner Music e al gruppo di private equity Bc Partners, che a loro volta, ha scritto il quotidiano economico, hanno offerto cifre che vanno da 1,5 a 2 miliardi di dollari. Il secondo giro d’asta, che secondo quanto reso noto da Bertelsmann, dovrebbe concludersi entro la settimana prossima, si svolge dopo che 15 possibili acquirenti hanno manifestato il loro interesse per Bmg. La società è in possesso dei diritti d'autore di molte star della musica internazionale. Tra di loro anche Coldplay e Nelly.
Tra le società che sono state escluse dalla seconda fase di asta ci sono il gruppo americano Viacom e gruppi finanziari come Permira, scrive il Financial, mentre anche l'offerta di acquisto del management guidato dall'amministratore delegato di Bmg Nicholas Firth non è riuscito a farsi largo. Universal Music è considerata la favorita nella gara grazie ai potenziali risparmi derivanti dalla fusione delle sue attività con quelle di Bmg. Bertelsmann ha deciso di cedere Bmg per finanziare il riacquisto della quota nella capogruppo che faceva capo al finanziere belga Albert Frère.