Un viveur «diplomatico»

Romain Gary nacque a Vilnius l’8 maggio 1914, figlio di un pellicciaio ebreo. A 13 anni sbarcò in Francia. Studiò legge a Parigi, militò nelle file dell’organizzazione della resistenza fondata da De Gaulle, France libre, e alla fine della guerra intraprese la carriera diplomatica, soggiornando lungamente a Los Angeles come Console generale. Sposò la scrittrice Lesley Blanch, e successivamente l’attrice Jean Seberg. Poco più di un anno dopo il suicidio di quest’ultima, Gary si diede la morte il 2 dicembre 1980.