Vizi e virtù? Al Gilda

La più scanzonata «fashion consultant» della capitale. È stata definita simpaticamente così, Silvana Augero, che da 13 anni, con tante amiche e amici che amano giocare a fare le indossatrici e gli indossatori con divertimento ed ironia, organizza, al Gilda, «Ladies and Gentlemen under 50». La kermesse è stata presentata da Maria Giovanna Elmi e si è ispirata, quest’anno, a «vizi e virtù». Così, il Gilda si è trasformata in una grande passerella sulla quale hanno sfilato 17 sartorie romane con abiti indossati da tanti professionisti, medici, personaggi noti e da alcuni artisti che hanno dato vita a divertenti momenti di spettacolo. Tra i protagonisti della serata il cantante Tony Santagata, che ha intonato la nota canzone «Squadra Mia», e Mary del Grande Fratello che ha sfilato simboleggiando l’Accidia; gli abiti di Corneliani hanno avuto come testimonial l’attore Edoardo Leo («Un medico in famiglia»). Per simboleggiare il narcisismo, Laura Troshel e Adriana Russo hanno indossato gli abiti delle Sorelle Piredda, appositamente arrivate dalla Sardegna. Infine, Immacolata Gargiulo si è proposta in versione «Arti marziali» (Ira). Ancora, modelle under fifty hanno presentato i gioielli di Anna Sassi accompagnate dal vivo dal sax di Maurizio Marra. Numerosi gli ospiti che hanno partecipato: Federico Balestra, Solange, Igor Righetti, Cecilia Gail, Angela Melillo, Barbara Bouchet, Laura Troshel, Giucas Casella.