Viziano il Paperone che batte anche Uckmar

Davide Viziano super star nella classifica dei Paperoni genovesi. Più di Victor Uckmar, Franco Gattorno, Paolo Odone e Giovanni Novi, costretti tutti a inseguire l’ex presidente di Genova 2004.
É la notizia più curiosa che si ricava dalla lettura delle situazioni patrimoniali e reddituali dei titolari di cariche direttive ed elettive degli enti e delle società. Le dichiarazioni dei redditi,relative all’anno 2005, sono state rese pubbliche ieri presso l’ufficio di gabinetto della prefettura a cura della Presidenza del Consiglio dei ministri. Con 344.123 euro Viziano si conferma maglia rosa in questa speciale graduatoria. Da notare che l’ex presidente di Genova 2004, attualmente presidente della Sviluppo Cantore s.r.l. nel 2005 ha venduto la sua Mercedes immatricolata nel 1998 per acquistare una più “comoda“ Toyota Aygò. Dietro all’imprenditore sul secondo gradino del podio si attesta Victor Uckmar, non più consigliere delle società Esaote e Marconi Selex, ma sempre presidente della società per la Zona franca Genova S.r.l. Uckmar ha dichiarato un reddito complessivo di 290.567 euro. Medaglia di bronzo, un po’ a sorpresa, a Bruno Musso presidente della società Gaslini Sviluppo s.r.l. con 251.842. A ruota segue l’ex presidente della fiera di Genova Franco Gattorno, oggi presidente del cda della Enermar di Maio Ines s.r.l. che due anni fa ha dichiarato al fisco 244.589 euro. Lo stesso Gattorno nel corso del 2005 ha acquistato due fabbricati nel comune di Santa Margherita e il 25 per cento delle quote nella Enermar Smippimg s.r.l. L’ex numero 1 della Fiera precede di poco Giovanni Pepino, presidente di Sviluppo Genova e di Interconsult con 231.492 euro. Curioso il testa a testa tra Giovanni Novi e Paolo Odone. Il presidente dell’Autorità portuale con i suoi 210.461 si lascia alle spalle il presidente della Camera di commercio che al fisco ha dichiarato 75 euro di meno. Tra i due s’inserisce Renato Picco, ex presidente della Porto Antico s.p.a (210.402). Più in basso l’ex vice sindaco, Alberto Ghio, oggi amministratore delegato della società Sviluppo Genova (190.400). Tra le retrovie spicca Enrico da Molo, amministratore delegato di Genova 2004 che nel 2005 ha acquistato una Citroen C3 Cv 15 dichiarando al fisco 59.135 euro. A proposito di auto: Valerio Giacopinelli, presidente della cooperativa artigiana rappresentante dei tassisti due anni fa ha scelto una Fiat Doblò Cv 19, mentre Paolo Trapani direttore generale Aeroporto ha venduto la sua Renault Megane.