Il vizio di D’Alema: sconfitti però noi siamo superiori

Messaggio promozionale. Da domani in edicola il nuovissimo kit «Democrazia fai da te», corso di bricolage elettorale ideato e interpretato da Massimo D’Alema. Quello che ieri ha sostenuto che sì, «il centrosinistra è minoranza, ma siamo il primo partito nelle aree urbane tra gli italiani che leggono libri, e giornali, insomma la parte più acculturata del Paese». Visto che spasso? Fiondatevi in edicola. Divertiti anche tu a reinventare le elezioni politiche appena perdute come più ti aggrada: che so, da domani, valgono solo i voti degli intelligenti coi baffi, degli imbianchini e di quelli con la erre moscia che abitano a Varese. Dopodomani, solo quelli dei panettieri con la licenza media e degli otorini, ma solo se residenti al di sotto di Campobasso. E domenica, magari, ribaltone: valgono solo i voti dei piastrellisti di Bergamo, dei chihuahua di Portofino e delle casalinghe mancine. Divertente, vero? Insomma: scatena la fantasia, è un gioco in cui non ci sono regole: anzi, la figata consiste proprio nel riscriverle a seconda di come ti gira. Trova la tua formula vincente a misura di Pd e trionfa nella tua «democrazia fai da te».
Attenzione, leggere attentamente le avvertenze e magari anche la Costituzione, che male non fa. Tenere lontano dalla portata di quelli ancora convinti che il voto popolare conti ancora qualcosa. Raccomandato per i bambini da zero a novant’anni, magari ex premier con la barca a vela che ancora si credono antropologicamente superiori e non sanno far fronte alla sconfitta con un minimo di civiltà. Approfittane! E con la prima uscita in regalo il cd dei Rokes «Bisogna saper perdere». Perché, quando alle elezioni si viene suonati, tanto vale cantarci su.