Il «vizio di leggere» del Minzo su Facebook è già un successo

Una biblioteca multimediale: sembra un ossimoro invece è un successo. Del Tg1 e del tanto criticato direttore Augusto Minzolini (nella foto). Billy - il vizio di leggere, la rubrica culturale della testata di Rai1, da una settimana è sbarcata su Facebook, con una pagina ideata da Bruno Luverà per il social network. Dati alla mano, 307.000 internauti in 7 giorni è tanta roba. Billy «piace», così in gergo Fb, a oltre 3.300 utenti, e ne parlano in 2.350. Una performance che fa «tremare», in prospettiva, realtà e personaggi dell’informazione e dell’intrattenimento presenti nella rete da tempo ben maggiore. A cominciare dalla pagina Facebook di Gad Lerner (piace a 31mila persone, ne parlano in 3.200) o quello di SkyTg24 (che piace a 36.245 utenti ma ne parlano solo in 156) e anche i «rivali» stessi di viale Mazzini: quel Tg3 che raccoglie quasi 60mila «mi piace». Al di là dei numeri, il pubblico di Billy online gradisce soprattutto la possibilità di costruirsi una biblioteca multimediale, così ad esempio le scuole possono andare a consultare i filmati che più interessano.