Un vocabolario per estirpare nei giovani l’uso del dialetto

Caro Direttore, mi permetta di entrare in polemica con Giacomo Petrella, in relazione al suo scritto del 1 marzo u.s.
Ho sottomano il «Dizionario domestico, Genovese-Italiano» di Giuseppe Olivieri (1841 tip. Ponthenier e f.) che è privo (guarda caso) di un glossario «Italiano-Genovese»; ne spiegherò il motivo. Per ammissione dell’autore, lo scritto fu redatto allo scopo di estirpare nei giovani la consuetudine di parlare in dialetto. I genovesi furono così forzati a non usare più il termine «ballòu», ma il più «politicamente corretto», «pianerottolo», a soppiantare «mugugn?», per sostituirlo con «brontolare», e così «restuggio» con «pagliuolo», «refresc?mme» con «lezzo», «negi?» (impastatore di frittelle) con (...)