La voce tra arte e scienza. Da Marilyn alla Dietrich, ecco come parlavano i divi

Il teatro Franco Parenti promuove giovedì la prima giornata italiana dedicata alla voce. Dai fonografi dell'archivio Contini verranno trasmesse le frasi pronunciate da famosi attori di tutti i tempi

Una voce, più voci. Non solo lirica. La voce è inconfondibile. È musica, affetti, ricordi. Il teatro Franco Parenti, insieme con l'assessorato alla cultura del Comune, festeggia la "Prima giornata italiana dedicata alla voce" (giovedì 16 aprile, ore 20.45, al teatro di via Pier Lombardo 14), collegandosi all'iniziativa analoga di The American Academy of Otolaryngoly-Head and Neck Surgery e Voice Foundation. La serata si apre con l'intervento della foniatra Silvia Magnani, seguirà l'ascolto delle voci vere, da Marilyn Monroe a Tommaso Marinetti, da Marlene Dietrich a Piero Mazzarella attraverso i fonografi di Marco Contini (che vanta uno degli archivi di voci più numeroso al mondo). Il pubblico verrà invitato a scoprire "la vocalità", un viaggio attraverso una cornice narrativa che unirà elementi scientifici con elementi artistici. La scienza verrà messa al servizio dell'arte e aiuterà a spiegare come la voce si adatti ai contenuti e alle forme e come il fascino di questo strumento straordinario, che è appunto la voce umana, venga arricchito dalla conoscenza delle sue modalità di prodursi.
Tre sono i "sentieri" proposti in questa prima serata dedicata alla voce ("Ne faremo una ogni anno, sempre il 16 aprile" anticipano dal teatro di via Pier Lombardo): "La voce è il suono dei nostri pensieri"; "Etica dell'ascolto" e "Voce come energia".
Alla serata partecipano Marco Contini, conservatore di voci e strumenti fonografici che porterà i contributi vocali di Sarah Bernard, Filippo Tommaso Marinetti, Marilyn Monroe, Ferravilla e Marlene Dietrich attraverso tre fonografi dal 1904 al 1915, Rosalina Neri (cantante e attrice), Piero Mazzarella (attore), Roberto Balconi (falsettista).
Introdurrà la serata Andrée Ruth Shammah, che ricorderà Franco Parenti (peraltro dotato di un timbro di voce particolarissimo) a cui è dedicato lo spettacolo nel ventennale della scomparsa.
Anna Maria Guarnieri e Luciano Virgilio leggeranno alcune pagine che sottolineano la particolarità vocale dell'indimenticato attore e regista milanese, mentre Massimiliano Finazzer Flory, assessore alla Cultura, condurrà la serata. Ingresso libero fino a esaurimento posti
Per informazioni: 02-59995219; 02-59995217