UNA VOCE DAL BASSO

Gentile Massimiliano Lussana, grazie. Grazie perché ci ha fa sentire la politica quando ne abbiamo bisogno. Il dibattito su Il Giornale, è una proficua palestra e oggi, dopo sana meditazione, m'azzardo a scrivere, sperando che voglia dar voce a chi, come tanti, non ne può più e predica, all'interno dei partiti, alcune semplici regole che forse ci porterebbero a un passo dalla vittoria.
Prima regola: basta con i personalismi. Danno un'immagine di estemporanea e velleitaria inconcludenza. Impediscono la crescita, razziano un terreno perché non dia altri frutti. Privilegiano interessi egoistici a discapito dei partiti stessi. Impediscono il ricambio della classe dirigente e l'espansione degli spazi di rappresentatività. Non costruiscono, ma disfano. Non diffondono senso di squadra e privilegiano la concorrenza interna tra pochi. (...)
SEGUE A PAGINA 34