«Voci dal buio» alla Casa della poesia

Questa sera alla Palazzina Liberty Roberto Mussapi condurrà un racconto a più voci con le liriche di Eliot e Luzi

Una serata magica, sospesa tra musica, teatro e poesia nella splendida cornice liberty della Casa della poesia. Oggi alle 21 alla palazzina Liberty di largo marinai d’Italia, Roberto Mussapi, poeta e drammaturgo, cura la serata «Voci dal buio» un dialogo, anzi un racconto a più voci, che vedrà come protagoniste le liriche di Eliot, Luzi e Soyinka accompagnati dalle melodie di Roger Waters (Pink Floyd), Janis Joplin e Melanie. «Voci nel buio» è anche il titolo di un dramma di Mussapi, edito per Jaca book nel 1992. Gli attori Giovanna Bozzolo e Paolo Bessegato impersoneranno i personaggi che Mussapi ha portato in questi anni sulla scena con i suoi drammi in versi, rigenerando e riproponendo l’antico legame tra poesia e teatro. E non a caso Mussapi ha scelto per la serata grandi autori che si sono distinti sia nella poesie che nel teatro, a volte portando i due generi a insoliti incroci e contaminazioni: Wole Soyinka, autore nigeriano, Nobel per la letteratura nel 1986 ha addirittura adattato le «Baccanti» di Euripide al contesto teatrale del suo paese, Mario Luzi, considerato dalla critica uno dei fondatori dell’ermetismo e uno dei più grandi poeti contemporanei, nonostante il Nobel mancato, autore di una vasta produzione teatrale «ermetica» e sir Thomas Eliot, Nobel per la letteratura nel 1948, precursore della teatro in versi, che con «Assassinio nella cattedrale» del ’32 inaugurò una vera e propria moda.
Mussapi ha scelto con cura anche la colonna sonora rock che accompagnerà questo dialogo lirico impostato sulla falsariga dei suoi lavori radiofonici per Radiotre. A proposito di radio è partito proprio ieri il nuovo programma radiofonico di Mussapi «Il corvo e l’allodola», un ciclo di incontri via etere incentrato sui motivi del volo, dell’aria e del canto, in onda tutte le sere per tre mesi.