Voci di fuga per Gheddafi Il braccio destro Jalloud è passato con gli insorti

Un portavoce del ministero dell’Interno tunisino ha smentito ieri le voci sulla presenza nel Paese di familiari di Muammar Gheddafi in fuga dalla Libia. Lo ha riferito la radio tunisina, dopo che una radio locale, citando fonti dei ribelli libici, aveva detto che familiari di Gheddafi erano fuggiti a Djerba in Tunisia a bordo di un aereo venezuelano diretto a Caracas. Fonti di intelligence Usa sostengono che anche il rais avrebbe pianificato una fuga via Tunisia, e «la partenza potrebbe avvenire nei prossimi giorni». Inoltre in serata la tv satellitare araba Al Jazira ha riportato le dichiarazioni di Mahmoud Shamman, un esponente con Consiglio nazionale di transizione libico, secondo il quale l’ex numero due del regime libico, Abdessalam Jalloud, sarebbe già fuggito da Tripoli per passare dalla parte degli insorti.