Voci di nozze Al rialzo i titoli in Borsa

Confermato il mandato di Sanpaolo a Citigroup

da Milano

Sono bastate poche parole di Pietro Modiano, direttore generale del Sanpaolo Imi, per riaccendere in Borsa l’interesse per il settore creditizio e per le voci di nozze tra istituti. «È tutto vero», ha detto Modiano ai giornalisti che a margine dell’esecutivo Abi gli chiedevano conferma della notizia pubblicata dal Messaggero, secondo cui la banca torinese aveva affidato a Citigroup un mandato per studiare possibili alleanze e aggregazioni bancarie. «Sì, c’è un mandato per valutare alleanze a 360 gradi», senza pregiudiziali «tra Italia ed estero», ha risposto il manager del SanPaolo Imi.
Dopo le dichiarazioni il mercato ha subito fatto scattare le scommesse sulle possibili prede. Il titolo del Monte dei Paschi, da molti considerato il candidato meglio piazzato per un’eventuale intesa, ha guadagnato così l’1,62% a 4,642 euro. Gli acquisti hanno coinvolto anche lo stesso istituto torinese che ha guadagnato lo 0,37% a 13,5 euro. Più vivace l’andamento sul listino di Capitalia (più 0,96%, a 6,3 euro), che ha annunciato solo a mercati chiusi l’accordo per cedere a Fonsai il 51% di Fineco Assicurazioni e la sistemazione in una subholding delle partecipazioni finanziarie. In rialzo dello 0,45% a 4,43 Banca Intesa, mentre è salita dello 0,59% Unicredit.
Quanto all’incarico affidato dal Sanpaolo Imi a Citigroup, che già assiste Torino per la quotazione di Eurizon, il nuovo polo assicurativo finanziario, la mossa viene interpretata come un’accelerazione da parte del gruppo guidato dal presidente Enrico Salza. Proprio quest’ultimo, non più tardi di qualche settimana fa, aveva detto che entro la fine dell’anno il gruppo Sanpaolo Imi aveva in programma di procedere a un’acquisizione nel settore.