Voci di ritiro Abu Mazen non si candiderà alle elezioni

MESSAGGIO Il numero uno della Nato Rasmussen: a Kabul c’è bisogno di un governo credibile

Il presidente dell’Anp Abu Mazen è pronto a gettare la spugna e a non ricandidarsi alle elezioni da lui stesso convocate per il 24 gennaio. Ma l’Olp, l’organizzazione che raccoglie le sigle storiche della causa palestinese, non ci sta e ha respinto a ranghi compatti il «gran rifiuto» del leader di Al Fatah.
La svolta, se di svolta si può parlare, è arrivata dopo 10 giorni di voci, indiscrezioni, anticipazioni più o meno informali. E sullo sfondo dello stallo persistente del processo di pace con Israele, ma soprattutto della delusione maturata in seno alla leadership palestinese di fronte al recente voltafaccia attribuito all’amministrazione Obama.