Vodafone chiede più danni

da Milano

Vodafone Italia ha presentato ieri alla Corte d'appello di Milano la documentazione che - come si legge in una nota della società - prova le azioni anticoncorrenziali di Telecom Italia, aggiornando da 525 a 759 milioni la richiesta di risarcimento danni.Dalle prove fornite da Vodafone Italia risulta - sempre secondo la nota dell'azienda - che Telecom utilizza «informazioni privilegiate, di cui dispone in quanto operatore dominante di telefonia fissa, per formulare offerte commerciali mirate per la telefonia mobile». In particolare, verrebbero proposte sistematicamente ai clienti di Vodafone, che accettino di passare a Tim, offerte personalizzate e sconti sulla bolletta Telecom. A sostegno dei propri comportamenti anticoncorrenziali sarebbero state predisposte «liste di clienti-obiettivo contenenti elenchi di clienti affari Telecom che sono già in gran parte titolari di utenze mobili private Tim ma sono sprovvisti di contratto affari per la telefonia mobile. I clienti risultano così selezionati sulla base di triangolazioni mirate di numerose informazioni privilegiate, commerciali e di traffico, in possesso della sola Telecom in combinazione con Tim».