Vodafone-Dt È guerra per l’iPhone

da Milano

Vodafone dichiara guerra a Deutsche Telekom per i diritti di esclusiva dell’iPhone in Germania. Ieri l’azienda britannica si è aggiudicata una prima, provvisoria, vittoria nella battaglia contro la rivale tedesca che, con T-Mobile, è attualmente distributore esclusivo in Germania dell’ultimo gioiello di casa Apple. Una corte di Amburgo ha dato ragione al colosso inglese con un pronunciamento preliminare contro Deutsche Telekom, cui vengono negati i diritti di esclusiva poiché prevedono l’obbligo per gli acquirenti di sottoscrivere un contratto di 24 mesi solo con l’operatore T-Mobile. Il 9 novembre Deutsche Telekom ha iniziato a vendere l’iPhone e in solo giorno ha venduto 15mila cellulari. Negli Stati Uniti è AT&T ad avere l’esclusiva dell’iPhone che, come avviene ora in Germania con T-Mobile, è dotato di un software che funziona come un «lucchetto» obbligando ad agganciarsi all’operatore telefonico stesso. Il tribunale ha dato ragione al gruppo con base a Londra, senza peraltro vietare a T-Mobile la vendita dell’ultimo giocattolo targato Apple. La stessa Vodafone peraltro non aveva chiesto il blocco della distribuzione da parte T-Mobile, ma vuole che il tribunale imponga a T-Mobile di vendere una versione dell’iPhone priva del software «lucchetto» al medesimo prezzo a quello applicato sui modelli con il «lucchetto elettronico». Vodafone vuole, in sostanza, che sia garantita la cosiddetta portabilità anche per l’iPhone, come potrebbe presto avvenire in Francia. Qui l’iPhone sbarcherà il 29 novembre e il partner di Apple è Orange che sta già pensando a una versione senza lucchetto in linea con le norme francesi che vietano la vendita del «pacchetto» cellulare più contratto. T-Mobile ha fatto sapere che deciderà entro 48 ore la reazione alla decisione.