Vodafone in frenata a Londra

Il quadro borsistico internazionale si è fatto più incerto per i timori di strette monetarie, specie in Cina, ma anche negli Usa. A Shanghai la Borsa ha perduto oltre il 5%, mentre a New York si vanno attenuando le tensioni relative ai merger annunciati nei giorni scorsi. Male il settore auto, con Gm in calo del 3,7% e Ford del 2,9%, a seguito della riduzione delle vendite negli Stati Uniti. In Europa, a Parigi, pesante il comparto delle utilities, con Edf in calo del 3,7%, mentre a Francoforte E.On arretra di oltre il 2%. A Londra ripiega nettamente Vodafone (meno 2,4%), dopo che un articolo del Financial Times ha lasciato intendere che il colosso tlc sarebbe rimasto al di fuori del mercato europeo del nuovo iPhone di Apple.