Voglia di neve: dove vanno i liguri

MAGA DI SANREMO RIDUCE SUL LASTRICO
UNA CLIENTE CON VENT’ANNI DI FILTRI
Circonvenzione di incapace è l’accusa per cui ieri il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Sanremo ha rinviato a giudizio una maga di 75 anni, Francesca Gemelli, accusata di aver approfittato della suggestionabilità di una sua cliente laziale, di 49 anni, per prosciugarle tutti i suoi averi e costringerla (secondo l’accusa) anche a vendere degli immobili. Una vicenda che è proseguita per venti anni, ma per la quale il Tribunale ha disposto il rinvio a giudizio soltanto per gli episodi risalenti al periodo tra il 2000 e il 2004. Gli altri, infatti, sono tutti andati incontro a prescrizione.

La fattucchiera avrebbe venduto, sempre a distanza, decine di filtri d’amore, pozioni magiche ed incantesimi affinchè la donna potesse così conquistare il suo amato ed essere fortunata. Ogni volta, si trattava di «botte» da 2.000 e più euro che venivano pagati per lo più tramite vaglia postali on line per acquistare incantesimi che (guarda caso), spesso non funzionavano perchè c’era di mezzo il malocchio.

E allora, via giù altri soldi per togliere la negatività. Alla fine, ormai disperata e ridotta sul lastrico, la donna ha presentato denuncia. La data di inizio del processo è stata fissata al 30 gennaio 2008.