«Vogliamo il 51% di Banca Marche»

Crédit Agricole

Il Crédit Agricole, che controlla l’italiana Cariparma, detta le sue condizioni per acquisire Banca Marche. «Parteciperemo all’operazione solo se avremo la maggioranza assoluta», ha detto l’ad Georges Pauget presentando i conti 2007 (meno 16,8% a 4,04 miliardi l’utile del gruppo parigino, dopo svalutazioni per 3,2 miliardi a causa dei subprime). Le tre fondazioni azioniste di Banca Marche (Jesi, Macerata e Pesaro), cui fa capo il 52% del capitale, proseguono i lavori di valutazione. Una decisione è attesa entro fine marzo ma il vincolo egemonico posto dall’Agricole (la cui offerta ammonterebbe a 1,7 miliardi) avrebbe sollevato malumori. Con il risultato di aumentare le chance dell’altra pretendente: la Popolare Emilia Romagna di Guido Leoni.