«Vogliamo crescere in Gran Bretagna»

«Vogliamo incrementare le nostre attività in Gran Bretagna e ci aspettiamo di mantenere una buona relazione con il nostro cliente ministero della Difesa, e dargli la sicurezza di vederci come un elemento importante della loro base industriale e tecnologica». Lo dice il presidente e amministratore delegato di Finmeccanica Pier Francesco Guarguaglini al Sunday telegraph, che ha dedicato un articolo alla forte crescita che il gruppo italiano ha registrato in Gran Bretagna in questi anni, che ne ha fatto il secondo attore del settore della difesa con ricavi per 1,6 miliardi di sterline e 10mila dipendenti. Guarguaglini conferma che Finmeccanica vuole crescere anche negli Stati Uniti e, guardando agli scenari del Vecchio Continente, dice di non credere che le difficoltà che sta incontrando in questa fase Eads spingano verso un consolidamento dell'industria.