Vogliamo realizzare 26mila alloggi a basso prezzo

«Occorre una politica per la casa che acceleri e rafforzi tutti i programmi in campo. Oggi è troppo difficile trovare un’abitazione in affitto, o comprarla per chi ha un reddito medio-basso. Il programma generale sull’emergenza abitativa sarà finalizzato a realizzare case popolari di proprietà pubblica, di proprietà privata in locazione agevolata a prezzi concordati, per gli studenti e per le fasce più deboli. Vogliamo realizzare, nel corso del mandato, 10mila case popolari, 10mila case in affitto agevolato, 6mila alloggi per studenti. Una città che si modernizza diffondendo servizi di qualità: questa sarà l’attuazione del Piano regolatore. Le nuove centralità urbane porteranno nelle periferie sedi universitarie, centri di ricerca avanzati, impianti sportivi, spazi per giovani, luoghi per la cultura. Un punto qualificante sarà l’attivazione di un programma speciale per offrire a giovani di talento, laureati di qualità romani e stranieri, occasioni di vivere a Roma per 3-4 anni a condizioni di affitto speciali, con rate mensili accessibili. Continuerà la lotta alle occupazioni abusive, cioè l’impegno di recupero degli alloggi che non rientrano nell’ultima sanatoria, che una volta riacquisiti saranno destinati all’emergenza abitativa».