Voglio farmi oscurare le tre reti della Rai

Caro Giornale, sono proprio arrabbiata. Tutte queste persone di spettacolo sono veramente ridicole, non valgono un centesimo anche se sono pagate fior di euro. Siete niente, non avete rispetto per le istituzioni che hanno valore, le vostre invettive contro questo governo e il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi voi deridete anche noi Italiani che l’abbiamo votato, fate pure, alle prossime elezioni politiche sapremo come comportarci. Il signor Prodi che quando parla scandisce le parole fermandosi per vedere l’effetto che fa, un po’ di rossore dovrebbe averlo in faccia, dicendo che il centro destra è padrone delle Tv di Stato e private. Dice che non c’è pluralismo. Prendiamo la Rai: pagando il canone dobbiamo sorbirci tutte le manfrine che la sinistra offre a noi italiani irriguardose contro il Governo. Mi è bastato guardare su Raiuno il signor Celentano alla prima del suo show tutto contro Silvio Berlusconi e quindi anche contro noi italiani.
Signor Celentano, noi italiani non siamo degli zombi ma gente vera che ha votato, se lo ricorderà? Lei che si dichiara uomo di spettacolo di sinistra non predichi dal pulpito perché fa solo tristezza. Lei ci prende freddamente in giro, ma si è messo in tasca oltre 10 milioni di euro col nostro canone. Si fa presto a dire «sono comunista» ma col portafoglio di destra. Io sono proprio indignata. Ho 74 anni, sono debole perché ammalata, ma se gli fossi stata vicino gli avrei mollato un cazzotto in faccia.
Poi mi è piaciuto l’arrivo di Michele Santoro, un ometto mite, un santo, mi sembra San Sebastiano Martire, la vittima, ma dicono «il lupo perde il pelo non il vizio». Lui rivuole solo il suo microfono dove sguazzare con parole odiose, per godere della ossessione perversa contro Berlusconi.
Io sono una persona alla quale piace discutere, parlare. La sinistra è alle grandi manovre; è furba, sta tessendo, mettendo paletti strategici nelle grandi istituzioni, basta guardare alle primarie per il loro leader. Ho visto «pezzi da 90» che hanno imbrigliato spazi strategici dello Stato, ho letto i nomi altisonanti di banchieri, votare alle primarie per Prodi. Certo la sinistra è stata molto furba a tessere la tela, ma gli italiani non sono degli sprovveduti perché la sinistra è arrogante pur di vincere.
Tempo fa parlai con un comunista che mi disse: «Chi non è comunista è fascista! Io li sgozzerei uno per uno tutti». Io rimasi impaurita, e indignata: quell’uomo non ha sentimenti, solo odio. Ora non parlo più con quel signore che conosco. A mio marito, pensionato, ai giardinetti un compagno disse: «Se va su Berlusconi vorrei che ti togliessero la pensione». Mio marito rispose: «Io me la sono guadagnata, tu non lo so».
Vorrei sapere se c’è la possibilità di farmi sigillare le tre reti Rai e non pagare più il canone sarei la prima a farlo. Salutandovi.
Genova