Vola la «fun industry», un successo l'«Amusement Expo Europe» di Genova

Alla Rassegna internazionale presenti <BR> oltre 3.000 operatori professionali<BR> provenienti da 37 Paesi di quattro continenti <BR> Ancasvi: «La Fiera di Genova per noi è<BR> un eccellente interlocutore»

Confermate le aspettative degli organizzatori per Amusement Expo Europe 2009, l'evento fieristico di riferimento per la fun industry svoltosi alla Fiera di Genova dal 28 al 30 ottobre. Oltre 3.000 gli operatori professionali in visita, provenienti da 37 Paesi di quattro continenti a testimonianza dell'altissimo livello di internazionalità della rassegna.
«Il lavoro svolto da Fiera in questa particolare fase congiunturale - ha sottolineato Roberto Urbani, amministratore delegato Fiera di Genova SpA - a servizio delle aziende e degli operatori professionali ha ottenuto i risultati auspicati alla vigilia. Notevole il gradimento per il nuovo padiglione B, particolarmente adatto ad ospitare i prodotti di queste merceologie, eccellenze del made in Italy».
54 gli operatori che hanno aderito al programma dell'Ice, del Ministero dello Sviluppo Economico e della Regione Liguria : due giornate e mezzo di incontri one-to-one con i principali player del mercato che hanno concluso trattative direttamente in Fiera e favorito contatti di qualità. Presenti buyer di Egitto, Tunisia, Turchia, Grecia e Spagna per il bacino del Mediterraneo, di Argentina, Brasile e Messico per l'America centro-meridionale, di India e di Arabia Saudita, Emirati Arabi, Qatar e Giordania per quanto riguarda il Medio Oriente.
Sull'importanza del ruolo svolto da Fiera di Genova e dall'Istituto per il Commercio Estero si è soffermato Andrea Munari, presidente Ancasvi: «Ringrazio sentitamente gli organizzatori che in questo difficile contesto economico hanno creduto nella manifestazione offrendo alle aziende spazi e visibilità adeguati; Fiera di Genova deve capitalizzare questo patrimonio di esperienza nel nostro settore ed è per noi un eccellente interlocutore. Ice si è prodigata offrendo un qualificatissimo gruppo di buyers internazionale, seguiti e ospitati in modo eccellenze anche nei contatti diretti».
Sotto il profilo espositivo, Amusement Expo Europe, frutto dell'accordo tra Fiera di Genova SpA e Landesmesse Stuttgart GmbH, ha fatto da scenario alla presentazione di importanti novità. Moser's Rides, I.E. Park, Lamborghini, Far Fabbri, Zamperla, Bertazzon e Sartori sono alcuni tra i nomi illustri che hanno scelto Genova per le anteprime internazionali.
Secondo Gerry Robinson, portavoce di AICE, il Consiglio Europeo dell'Industria del Divertimento che raggruppa le associazioni dei produttori di Italia, Spagna e Gran Bretagna: «Per Aice Amusement Expo Europe è stata un successo, soprattutto per quanto riguarda la qualità dei visitatori provenienti da ogni parte del mondo». «Come sempre - ha aggiunto Robinson - organizzazione dell'evento è stata di prima classe».
Il confronto tra associazioni, operatori e organizzatori ha consentito di individuare le nuove linee di sviluppo della manifestazione, a fronte di uno scenario in evoluzione.
Sul fronte delle iniziative collaterali hanno riscontrato un'ottima adesione le assemblee di Ancasvi, l'associazione italiana dei produttori e di Anesv, l'associazione degli spettacolisti viaggianti, che hanno richiamato l'attenzione sull'attuale fase congiunturale e sulle strategie di ripresa. Di alto livello le premiazione dei Golden Pony Awards, giunti alla sesta edizione. I riconoscimenti sono andati quest'anno, oltre che ai migliori spettacolisti e ai parchi più innovativi, per la prima volta anche alla categoria dei costruttori. Tra i premiati Antonio Zamperla, Moser's Rides e Dotto Trains per l'Italia, Mack Rides e Gerstlauer Amusement Rides per la Germania, Alterface per il Belgio e Kmg Europe per l'Olanda.
Amusement Expo Europe 2009 ha contato sul supporto delle associazioni tedesca (Dsb), italiana (Anesv) ed europea (Esu-Ufe) dei gestori di spettacoli viaggianti, dell'italiana Unionparchi, oltre che dell'Aice - Consiglio europeo dell'industria del divertimento, che include le associazioni di produttori d'Italia (Ancasvi), Spagna e Gran Bretagna.