Vola l’hi-tech a New York

In un fine settimana destinato a tirare i remi in barca, New York ha realizzato un nuovo exploit, con gli indici principali in progresso dell’1% alle 21 ora italiana. A stimolare gli acquisti la notizia di una crescita economica rallentata, che potrebbe porre la parola fine all’aumento dei tassi di interesse. Per quanto riguarda le notizie aziendali, tecnologici alle stelle, con Microsoft in crescita del 3,6%, superato però da Broadcom in progresso a tre quarti di seduta di oltre il 20%, mentre Halliburton, che sta per preparare l’Ipo su Kellog, avanza del 7%. Bene anche Intel e Applied Materials. Ancora in calo General Motors e realizzata Guidant (meno 2,3%). Weekend da brivido in Europa, ove a Parigi il titolo Arcelor svetta di oltre il 33% alla notizia che la statunitense Mondial Steel lancerà un’Opa sul titolo francese. Sulla piazza francese tonfo di Boiron (meno 13%), per gli incerti risultati del 2005. A Francoforte bene ThyssenKrupp (più 8%), ma crescono anche Linde e Deutsche Boerse.