Volandri al Roland Garros per ripetere Roma

Prende il via oggi Roland Garros, la prova tennistica che ci ricorda vittorie lontane. Pietrangeli tra il 1959 e il 1964 disputò 4 finali, vincendone 2. La prima con Vermaak, la seconda contro Ayala. E due volte fu sconfitto da Santana. Poi ad emulare le gesta di Nicola arrivò Panatta, uno dei pochi capaci di battere Borg sulla terra. Adriano vinse nel 1976 eliminando prima Borg poi Solomon. Pietrangeli più elegante e classico, Adriano più moderno e guascone. Tutti e due possedevano un’arma mortale: la palla corta. Il colpo che Adriano giocava sul roverscio di Borg.
Ora il mondo del tennis attende un nuovo re. Nadal vuole mettere a segno la terza vittoria consecutiva. Solo Borg c’è riuscito nella storia, arrivando addirittura a 4 trionfi di fila e 7 vittorie in totale. Federer deve sfatare la leggenda che lo vuole perdente sul rosso. In suo favore parla la recente vittoria su Nadal. Però a Roland Garros il cammino del successo è lungo perché si gioca sui 5 set. La giornata nera o l’outsider che si esalta possono cambiare il destino di ogni match. Per quanto riguarda gli azzurri Volandri riprende posto tra le teste di serie. Al primo turno ha un qualifier e dovrebbe arrivare nei sedicesimi con Ljubicic. Anche Starace che affronta un qualifier potrebbe arrivare a Federer. Galvani gioca con Davydenko, Bolelli con Verkerk. Dimauro ha Tursunov. Seppi affronta Moya e Bracciali ha Ferrero. Sono grandi le incertezze tra le signore. Justine Henin è ferita al cuore dal divorzio. Serena Williams è in cerca della forma. Amelie Mauresmo tenta di riprendersi dall’operazione di appendicite. In testa all’esercito di russe c’è la bella Sharapova. La pattuglia italiana è composta dalla Garbin n° 19 che affronta la Morigami, Schiavone n° 23 incontra Meusburger, la Santangelo n° 28 è contro la Radwansika.
Ieri, per un inspiegabile scherzo tipografico, a pag.3 di Sport è uscito un articolo sulle novità filateliche anziché il pezzo sul basket come riportavano titolo e foto. Ce ne scusiamo con i lettori.