Volano gli energetici a Londra

Il mercato borsistico di New York è stato ieri influenzato dalle notizie di natura politica che hanno interessato gli Usa. In primo piano i risultati elettorali, ma anche il referendum nello Stato del Missouri sulla ricerca delle cellule staminali. Se gli indici, nel complesso, sono rimasti sulle basi di martedì, nel comparto interessato si sono registrate le crescite di Stemcells (più 10%), mentre Geron ha consolidato le performances precedenti, che portano il progresso, dagli inizi di ottobre, a quasi il 40%. A due velocità i listini europei, con Madrid e Amsterdam che chiudono con un segno positivo. A Parigi in recupero Eads (più 2,8%), mentre a Londra si è distinta Scottish Power (più 9,3%), ai rumors di un possibile interessamento da parte della tedesca Rwe. Sulla piazza britannica in fibrillazione anche gli altri energetici, con Southern Energy (più 4,7%) e British Energy (più 4,6%) in vista di una possibile concentrazione aziendale nel settore.