«Volantini dell’Ulivo nei cassetti dei ghisa»

La Cisl: «Propaganda indebita è stata violata la privacy»

«Stamani (ieri, ndr) i vigili urbani del Comando di Zona Duomo hanno trovato nei cassetti personali delle loro scrivanie dei volantini di propaganda elettorale per l’Ulivo. Questo, contro ogni normativa, visto che sono cassetti personali e utilizzati solo per le comunicazioni ufficiali». È quanto riferisce il delegato sindacale della Cisl della polizia locale di zona Duomo, Mauro Cobelli. «È stato difficile stemperare il disappunto di molti colleghi - spiega Cobelli - che hanno trovato i “santini” di un candidato del centrosinistra in uno spazio riservato, dove non dovevano esserci. Abbiamo avvertito il comandante di zona e il comandante della polizia locale, Emiliano Bezzon, per le verifiche su questa violazione della privacy. Per ora, abbiamo cercato di placare le reazioni di alcuni colleghi, ma se questo si dovesse ripetere anche in altre zone - dice il delegato Cisl - ci saranno delle denunce». «Un fatto gravissimo», commenta il capogruppo di An a palazzo Marino, Stefano Di Martino, il ritrovamento dei volantini elettorali dell’Ulivo nelle scrivanie dei vigili. «Significa che sono stati aperti i cassetti personali degli agenti - prosegue Di Martino - e questo va contro le regole».
Intanto, ieri la Moratti ha incontrato i rappresentanti dei vigili. E, secondo Roberto Miglio, del coordinamento sindacale della polizia locale, le intenzioni manifestate dalla candidata sarebbero non la «continuità con la linea dura adottata da Albertini all'inizio del suo mandato», ma «un impatto dialogante al massimo». Presenti all'appuntamento, oltre a Miglio, i segretari regionali della Uil, Vladimiro Omassich, e del Sulpm, il Sindacato unitario lavoratori polizia municipale, Daniele Vincini, mentre «Cgil e Cisl hanno ritenuto di non partecipare», spiega Miglio. Moratti ha detto «che terrà lei, almeno inizialmente, la delega alla Polizia locale».