Volantino «nazi» sotto accusa Il preside: «No alla censura»

Al liceo classico Parini polemiche su un volantino che pubblicizza una manifestazione dedicata a Julius Evola, filosofo filo nazista.
Una manifestazione che era in programma a Buccinasco e che tuttavia era stata sospesa anche in seguito all’intervento del prefetto per ragioni di ordine pubblico. Sta dei fatto che all’iniziativa erano stati invitati anche gli studenti della scuola di via Goito attraverso un volantino distribuito dai bidelli nelle classi. L’idea non è stata gradita da gran parte degli studenti e le polemiche sono state immediate.
Ma chi aveva autorizzato l’intervento? È quello che un gruppo di docenti ha chiesto al preside Carlo Pedretti. Il capo di istituto si sarebbe limitato a dire che aveva sì ricevuto l’invito e aveva acconsentito a farlo distribuire nelle classi attraverso i bidelli del liceo, ma la risposta non era stata ben accolta.
Da qui l’insistenza dei docenti a discutere la vicenda. Tanto che sono arrivati a chiedere una riunione del collegio docenti. Il preside ha respinto la richiesta e si è limitato a organizzare un incontro con una rappresentanza di docenti. «Sono un liberale – commenta comunque il professor Pedretti – e per questo ritengo che non si debba censurare alcuna forma di dibattito. Tanto più che trattandosi di un autore del 900 si poteva finalmente affrontare un’epoca che i programmi troppo spesso dimenticano».