Volare sicuri: maxi-task force per la sicurezza e consegna bagagli più veloce a Malpensa

Via al piano della Sea per l'esodo estivo: impegnati 150 addetti per la sicurezza, sei nuovi varchi per i controlli radiogeni. Ampliato il sistema di smistamento dei bagagli al terminal 2 e aumentata quello del terminal 1. Il presidente Bonomi: "Siamo soddisfatti di come gli aeroporti di Milano hanno
risposto affrontando il traffico più alto nella loro storia"

Milano - Task force per garantire voli sicuri nei giorni caldi dell'esodo vacanziero a Malpensa e negli scxali milanesi gestiti da Sea. Il piano è stato messo a punto e presentato oggi dal presidente di Sea, Giuseppe Bonomi, nel corso dell’incontro avvenuto a Roma con il ministro dei Trasporti, Bianchi, i vertici dell’Enac, dell’Enav e di tutte le società di gestione aeroportuale.

Il piano speciale verrà ulteriormente rinforzato in vista del maxi esodo di agosto con i seguenti interventi: da un punto di vista strutturale è stato ampliato il sistema di smistamento bagagli del terminal 2 ed è stata aumentata la capacità del sistema smistamento bagagli del terminal 1. Queste realizzazioni sono il completamento di un piano investimenti sul Bhs che Sea ha messo in campo negli ultimi anni per un totale di 165 milioni di euro e che rende l’impianto di Malpensa l’unico in Italia in grado di gestire con sistemi automatizzati i bagagli in transito come tutti i grandi hub europei.

Per facilitare i controlli di sicurezza che continuano a essere ai massimi livelli di allerta visti i recenti sviluppi sul fronte terroristico, sono stati aperti 6 nuovi varchi ai quali effettuare i controlli radiogeni. Sotto il profilo dell’organizzazione del personale è stata predisposta una task force di 150 addetti che presidieranno le aree operative più sensibili nei momenti di maggior traffico: check-in, biglietteria, banchi informazioni e smistamento bagagli. Per confermare il positivo trend sulla puntualità dei voli che ha visto Malpensa al primo posto in Europa, grazie alla collaborazione con Enac, si è eliminato il fenomeno delle compagnie fuori slot nei momenti di picco che sono fra le cause principali di ritardi e congestione.

Infine per garantire i collegamenti con la città anche in casi di voli in ritardo sono state predisposte corse dei bus supplementari notturne. «Il traffico registrato nel mese di giugno e nei primi giorni di luglio - rende noto la Sea - ha portato a un notevole incremento di passeggeri. Negli scali di Linate e Malpensa, infatti, sono stati il 10% in più rispetto agli stessi mesi della scorso anno. Non a caso, infatti, lunedì 9 luglio sono transitati negli aeroporti milanesi 121.000 passeggeri, dato che segna il record storico nel sistema aeroportuale meneghino».

«Siamo soddisfatti di come gli aeroporti di Milano hanno risposto affrontando il traffico più alto nella loro storia - ha commentato il presidente di Sea, Bonomi - Abbiamo rispettato gli standard di qualità decisi da Enac ma soprattutto abbiamo soddisfatto le aspettative dei milanesi che vogliono dai loro aeroporti, efficienza e qualità a garanzia di un viaggio sereno».