Volata finale, la Moratti punta a conquistare famiglie e indecisi

Rush finale per conquistare gli indecisi. E per marcare l’abisso che separa Letizia Moratti dal candidato del centrosinistra. Cena del sindaco con mille donne, eventi in 100 piazze per la festa della mamma, merenda con i nonni, gran finale in discoteca per convincere mille diciottenni che votano per la prima volta a scegliere la Moratti e il centrodestra. E due eventi clou, il 7 comizio di Berlusconi al Palasharp e il 12 maggio i ministri in piazza San Carlo con la Moratti per ricordare che grazie all’asse tra lei e il governo, Milano ha «retto» il colpo della crisi senza alzare le tasse. Sul palco, oltre a Gelmini, La Russa, Romani, Brambilla, potrebbe esserci anche Tremonti.
«Nelle ultime due settimane concentriamo la campagna elettorale sulla famiglia, quella tradizionale non come la intende Pisapia» il coordinatore regionale del Pdl Mantovani. La sinistra ha già messo tra i primi obiettivi il registro delle coppie di fatto. É anche lotta interna alla coalizione, ma «se la Lega aumenta i voti ne guadagna la coalizione. Il Pdl di certo non scende».