Volata al Tour, McEwen zittisce Boonen

Intanto l’avvocato di Basso passa all’attacco e accusa: «Non ho ancora la documentazione, è imbarazzante»

Pier Augusto Stagi

da Esch-sur-Alzette

Torna in maglia gialla con una gamba sola, Thor Hushovd. Perde l’attacco della scarpa sinistra, perde la volata da Mc Ewen e Boonen, ma il suo terzo posto vale nuovamente la maglia gialla, lui che l’aveva già vestita sabato al termine del cronoprologo di Strasburgo. Intanto, per la serie «commedia dell’assurdo», la Comunitad Valenciana, prima invitata e poi esclusa dalla Grande Boucle per le pesanti accuse di doping di squadra (tutti coinvolti, nessuno escluso), prepara il contrattacco. «I 32 membri della squadra – si legge sul suo sito internet – faranno causa agli inquirenti spagnoli e ai giornali chiedendo i danni economici, sportivi e d’immagine derivanti dalla mancata partecipazione al Tour». Se la Comunitad Valenciana va all’attacco (ma lo sponsor lascerà a breve), la Wurth, secondo nome della Astana (ex Liberty Seguros, già uscita dal ciclismo), fa un passo indietro e lascia il ciclismo con effetto immediato. Uno spazio di riguardo se lo merita anche la T-Mobile, che, dopo aver allontanato Ullrich, Sevilla e il tecnico Pevenage, in una nota ufficiale ha chiesto a tre suoi corridori – Michael Rogers, Patrick Sinkiewicz e l’italiano Eddy Mazzoleni - di porre fine immediatamente al proprio rapporto con il medico preparatore Michele Ferrari (lo stesso di Lance Armstrong). Che dire? In merito alla posizione di Ivan Basso, l’avvocato Massimo Martelli di Crema, che ne ha assunto la difesa, conferma che «al momento non siamo ancora in possesso di un solo documento. È un caso anomalo, per non dire imbarazzante – ha spiegato il legale, che in passato ha assunto la difesa di diversi corridori per i fatti di Sanremo, ma che non ha escluso di essere affiancato da un collega esperto di vicende ciclistiche -. Ho telefonato alla Federciclismo, e al momento ho solo avuto solidarietà e stima per Ivan. Ho mandato un fax all’Uci e non ho ricevuto risposta. La cosa paradossale è che queste 39 pagine al momento sono solo in possesso di Lefevere, presidente dei gruppi sportivi. Quel documento non è un atto giudiziario e nemmeno il faldone di 500 pagine lo è. Quale garanzia processuale e di contraddittorio ho in una situazione di questo tipo?». La documentazione dovrebbe arrivare questa sera o al più tardi domani mattina.