Volatilità alta e mercati ancora vulnerabili

Bilancio settimanale leggermente negativo . L' S&P-Mib future chiude a 28315 in calo di circa 400 punti rispetto al venerdì precedente. La variazione dei prezzi è rimasta tra un minimo di 28100 e un massimo di 28900 tentando di costruire una base di oscillazione per arginare il movimento ribassista degli ultimi mesi.
Eventuali recuperi fino a quota 30000 non muteranno sostanzialmente il quadro tecnico che rimarrà estremamente vulnerabile. Nel caso in cui le quotazioni dovessero nuovamente tornare sotto 28000 lo scenario propenderebbe per un target a quota 26200 . Difficilmente il mercato potrà invertire rapidamente la rotta e sarà necessaria una pausa intorno a questi valori prima di poter ricostituire la fiducia degli investitori. Dall'altra parte il ciclo economico è debole e non in ripresa. I risultati trimestrali delle aziende rispecchiano in pieno il momento di difficoltà.
La sensazione è che nei prossimi mesi i dati macroeconomici nella migliore delle ipotesi si alterneranno, in senso positivo e negativo, consigliando per questo grande prudenza e una navigazione a vista.