La volatilità domina i mercati

Ennesima settimana dominata dalla volatilità. L’oro è tornato indietro sino a 634 dollari l’oncia. Il rame oscilla tra 7 e 8.000 dollari. Il petrolio ha corretto sotto quota 75 dollari al barile. Alla fine, rialzi e ribassi si annullano. Insomma, i prezzi si muovono di lato. Tipico delle fasi di grande incertezza. Non mancano gli ottimisti. Ma la decisione del governo di Pechino di alzare la riserva obbligatoria delle banche porta fieno a chi teme il calo della domanda globale.