«Volevo massacrare Belpietro»

Milano. Tentata aggressione, l’altroieri, al direttore di «Libero» Maurizio Belpietro. Verso le 20 un uomo si è presentato al quotidiano fingendo di avere un appuntamento con un responsabile dell’amministrazione ma è stato smascherato dalla receptionist. È scattato l’allarme e sono intervenuti i militari che da tempo sono di guardia a «Libero». A quel punto l’uomo ha confessato: «Volevo pestare a sangue il direttore Belpietro». Per l’uomo si sarebbe aperta la procedura per un trattamento sanitario obbligatorio. E Belpietro ha commentato: «Il clima d’intolleranza e di odio sta dando i suoi frutti. Adesso diranno che è un matto, ma di matti ce n’è un gran numero. Bisogna domandarsi perché vanno tutti nella stessa direzione».