Voli inesistenti, centinaia di filippini truffati

Si precipitano all’agenzia viaggi ma trovano solo la porta chiusa e un cartello di scuse

Vanno all’aeroporto con famiglia e bagagli convinti di prendere un volo per le Filippine ma il loro biglietto non è mai stato prenotato. È la disavventura che da circa una settimana stanno vivendo centinaia di filippini che ieri mattina si sono radunati davanti all’agenzia in viale Sabotino. Qui infatti avevano comprato i biglietti di diverse compagnie, fra cui la Klm e la Qatar.
L’inghippo, che assomiglia molto a una truffa, è stato scoperto nei giorni scorsi quando i primi filippini si sono presentati a Malpensa per prendere il loro volo per casa. In molti infatti avevano acquistato per tempo il biglietto aereo in modo di ottenere prezzi convenienti, dai 600 ai 1.200 euro a viaggio. Tutti avevano utilizzato l’agenzia viaggi di viale Sabotino, ma quando sono andati poi a imbarcarsi ecco la sgradevole sorpresa: non c’era nessun volo a loro nome. Appena si è sparsa la voce anche quelli che avevano il viaggio prenotato per i prossimi giorni hanno chiesto informazioni alle compagnie aeree, ricevendo puntuale conferma che la loro prenotazione non esisteva.
Tutti i clienti «gabbati» si sono precipitati in agenzia ma hanno trovato la porta chiusa e avviso affisso: «In data 12 luglio l’agenzia ha subito un danno ai sistemi operativi, per cui il nostro lavoro è temporaneamente bloccato. Si avvisano i passeggeri filippini che nel giro di 3, 4 giorni lavorativi il sistema verrà ripristinato». Spiegazione poco plausibile, e così in molti hanno deciso di spostarsi al commissariato di Porta Genova per denunciare la titolare dell’agenzia di viaggio.