Volkswagen Touareg: con l’abito nuovo anche più tecnologia

Numerosi i dispositivi inseriti per aumentare la protezione degli occupanti: dal «radar» all’Abs potenziato e al sensore che segnala il pericolo di ribaltamento e attiva i vari airbag

da Tunisi

La concorrenza incalza e anche chi, come la Volkswagen Touareg, potrebbe permettersi di raccogliere ancora successi senza troppi sforzi deve rimboccarsi le maniche e aggiornarsi. Nello specifico, l’operazione si dirama in tre direzioni: un affinamento dell’estetica, un implemento degli equipaggiamenti (di serie e opzionali) e, infine, l’utilizzo d’avanzate tecnologie per incrementare sia la sicurezza sia il rispetto dell’ambiente, ma senza intaccare il dinamismo. In apparenza sembra abbastanza facile, in realtà per definire la seconda generazione della Touareg alla Volkswagen hanno lavorato sodo, intervenendo su ben 2.300 componenti.
Così, dietro all’espressione del frontale attualizzata da gruppi ottici ridisegnati e dalla calandra cromata si celano un interno reso ancora più gradevole e funzionale da mirati interventi sull’arredamento e da un impiego più esteso di materiali pregiati. A chi guida sono state riservate nuove soluzioni, destinate a semplificare il suo compito e a incrementare la sicurezza. Spaziano dal nuovo cruise control adattativo, che arriva a frenare completamente la vettura tanto da potere essere impiegato pure nel traffico cittadino, al sistema d’ausilio al sorpasso che, monitorando la zona posteriore della vettura, segnala la presenza di auto in avvicinamento, sino all’incremento delle logiche d’intervento dell’Abs - ora riconosce la marcia su fondi non compatti per ridurre ulteriormente gli spazi d’arresto accumulando materiale del fondo davanti alle ruote - e dell’Esp. Quest’ultimo può tergere i dischi freno quando si viaggia sul bagnato e contrastare con più decisione il sottosterzo e gli eccessi di rollio. I parametri di sicurezza aumentano grazie anche a un sensore che rileva il pericolo di ribaltamento e attiva gli Airbag laterali e a tendina.
Touareg s’allinea alle più recenti concorrenti anche razionalizzando la gamma, che ora propone 5 motori - i turbodiesel di 2.5, 3.0 e 5.0 litri e i benzina a iniezione diretta di 3.6 e 4.2 litri - che abbinandosi ai tre allestimenti (normale, Style ed Exclusive) originano un gamma molto articolata, offerta a prezzi compresi tra 39.950 e 80.950 euro.
A livello dinamico la Toaureg «seconda edizione» continua a onorare il proprio nome nell’off-road duro, ma sfodera un dinamismo inedito su strada, specie se si adottano le sospensioni (opzionali) Plus composte da quelle pneumatiche e quelle sportive ribassate di 20 mm, offerte in precedenza separatamente. Impostando la logica Sport - le altre sono Auto e Comfort - la forma atletica della Toaureg diventa smagliante, tanto da assecondare anche l’esuberante temperamento del nuovo V8 Fsi 4.2 con 350 cv.