In volo fino a Malta per imparare l’inglese

Punta molto sulla «creatività» e sui «consumi» culturali dei giovani il progetto del Comune a favore dei ragazzi fra i 15 e i 29 anni che è stato presentato ieri mattina a Palazzo Ducale dall'assessore Andrea Ranieri e dal consigliere delegato Marylin Fusco. Dal cerca talenti alla sala Dogana alle Gemine Muse e al nuovo progetto delle residenze per giovani artisti che saranno a disposizione fra qualche mese e che permetteranno, in una sorta di Erasmus dell'artista europeo, scambi fra quei giovani degli altri paesi e i genovesi che vogliono scegliere Genova come base per la loro esperienza culturale e artistica.
«Nel progetto di Palazzo Tursi - dice Ranieri - ci sono numerose altre iniziative culturali a favore dei giovani come la biennale dei giovani artisti dell'Europa e del Mediterraneo, lo Swap, l'European studio exchange platform, l'opportunità per gli studenti genovesi di partecipare a corsi di lingua inglese a Malta cui Genova sarà collegata, da aprile, con un volo, tre volte, la settimana, con scalo a Reggio Calabria».
«I giovani tra i 15 e i 29 anni che risiedono nella nostra città - continua Ranieri - sono circa 75mila. Si registra una flessione, rispetto agli anni scorsi, del dieci per cento. Anche se, non bisogna dimenticarlo, con le nuove generazioni, soprattutto di stranieri, si è registrata, soprattutto in alcuni quartieri come il centro storico e Sampierdarena, una grande ripresa delle nascite e del numero dei bambini in età scolare. Significa che fra una decina di anni i giovani residenti a Genova aumenteranno di circa il venti per cento probabilmente andando a sfiorare la cifra di centomila residenti». Gli investimenti a disposizione del Comune per il piano delle politiche giovanili sfiora il milione e mezzo di euro. Seicentomila, di cui 225mila sborsati da Palazzo Tursi, sono dedicati al piano locale, 116mila al progetto di Italia creativa, 240mila al progetto delle città universitarie e mezzo milione di euro all'accordo di programma quadro della Regione.
Gli altri grandi temi di intervento illustrati ieri sono stati quelli del lavoro e della casa. È stato confermato l'investimento nel sito informativo online www.jobgiovani.comune.genova.it e nel programma Abitare Giovane Genova per la realizzazione di una trentina di alloggi dedicati a giovani lavoratori e studenti.