In volo l’ultimo aereo della Guerra Fredda

New York. L'ultimo aereo della flotta Usa del periodo della Guerra Fredda ha sorvolato i cieli nordcoreani alla ricerca di isotopi radioattivi nell'atmosfera che possano confermare l'avvenuto test nucleare nord-coreano. Il «Constant Phoenix WC-135W» dispone di un sistema in grado di rintracciare nell'atmosfera la radioattività prodotta da eventi prodotti dall'uomo. Voluto dal presidente Usa Dwight D. Eisenhower, il velivolo veniva impiegato per monitorare i test nucleari russi durante la Guerra Fredda. Il «Constant Phoenix» ha lasciato la base di Offutt, in Nebraska, per raggiungere la base di Kadena, a Okinawa, e da qui sorvolare i cieli in cerca di prove sul test annunciato da Pyongyang. Fonti dell'intelligence occidentale riferiscono che non c'è ancora «alcuna prova decisiva» del fatto che un congegno nucleare sia stato fatto esplodere in una struttura sotterranea della zona nord-orientale della Corea del Nord, come sostenuto da Pyongyang. «Per un primo test nucleare, ci si aspetterebbe radioattività diffusa nell'atmosfera, a meno che il congegno non fosse abbastanza piccolo da consentire di trattenere tutta la radioattività nel sottosuolo», ha detto una fonte. Se il «Constant Phoenix» non dovesse individuare alcuna traccia di radioattività, potrebbe voler dire che la misura della deflagrazione è vicina alla stima fatta dalla Corea del Sud: meno di un chilotone di Tnt (trinitrotoluene o tritolo).