In volo dalla Lanterna allo Stretto

Genova e Reggio Calabria più vicine, da domani, col collegamento aereo quotidiano, cinque giorni alla settimana, da lunedì a venerdì, fra il Cristoforo Colombo e l’aeroporto dello Stretto: partenza da Reggio alle 7 e mezza, arrivo a Sestri alle 9 e 45, decollo per il capoluogo calabrese alle 10 e 15, atterraggio alle 12 e 30, su un moderno Atr42-serie 500 da 44 posti. «Una sfida, quella del volo diretto, che si basa su legami concreti fra le due comunità, sul piano economico, turistico, sociale» dichiara Aldo Praticò, consigliere comunale di An, presidente dell’Associazione culturale Mediterraneo e soprattutto leader riconosciuto a Genova della «colonia» di cittadini di origine calabrese composta da 22mila individui, molti dei quali collocati in posizione di rilievo nelle istituzioni e nelle imprese locali.
Viene da qui il primo bacino di utenza - sono pronti a scommettere gli altri promotori dell’iniziativa, dal presidente dell’aeroporto dello Stretto Pietro Fuda ai vertici della compagnia olandese Interstate Airlines che assicura il collegamento, Roberto Stinga e Daniele Azzarone -, ma l’obiettivo è quello di coinvolgere un volume sempre crescente di viaggiatori: gli operatori portuali interessati ai traffici dello scalo di transhipment di Gioia Tauro, ad esempio - dove i contenitori arrivano su grandi unità per essere smistati tramite navi più piccole ai porti di destinazione finale - in sintonia con le esigenze di sviluppo dello scalo genovese. Ma sono altrettanto importanti e potenzialmente consistenti i flussi turistici che possono essere innescati o favoriti dal collegamento Genova-Reggio, «specialmente se - ha sottolineato ieri, alla presentazione del volo, l’assessore comunale Anna Castellano - la linea verrà estesa anche al fine settimana e si costruiranno pacchetti-vacanza sia per i calabresi che vengono in Liguria sia per i genovesi che vogliono scoprire la Calabria».
Ottimistico con realismo anche il commento del presidente dell’aeroporto di Sestri, Alessandro Carena, e del vicepresidente della Commissione trasporti della Camera, Giorgio Bornacin (An), secondo cui esistono i presupposti - è il caso di dire - di un decollo dell’iniziativa imprenditoriale, pur in una contingenza di mercato difficile e caratterizzata da forte concorrenza, in particolare sui prezzi. A proposito: il biglietto viene offerto per un paio di settimane «promozionali» al prezzo di 19 euro, oltre 41 euro di tasse e supplementi vari. Poi si stabilizzerà intorno ai 110 euro complessivi. La compagnia offre però il rimborso delle tasse aeroportuali e degli extra qualora si rinunci al viaggio. Ieri mattina, per il volo di battesimo, è arrivata a Genova una delegazione di autorità e operatori economici calabresi, che hanno partecipato nel pomeriggio a un convegno sul turismo coordinato da Praticò, al teatro della Gioventù di via Cesarea.