Il volo ritarda 24 ore, picchiate due hostess

Urla dei passeggeri, botte e spintoni per un aereo guasto: all’ospedale le addette Sea intervenute

E alla fine dopo tante «angherie» è scoppiata la «rivolta degli schiavi». Dove per «angherie» si intendono i voli sospesi perché l’aereo si rompe o non arriva proprio, il personale entra in sciopero, la compagnia ha venduto più biglietti che posti, e per «schiavi» i passeggeri che subiscono. Fatti di cui son piene le cronache in questi giorni.
Così un gruppo di passeggeri, in attesa di imbarco da 24 ore, si è rivoltato. E ovviamente, come capita, prendendosela con chi c’entra poco o niente. Nell’occasione due addette della Sea.
Dall’inizio della stagione delle grandi partenze per le ferie, non passa giorno che non arrivino notizie di passeggeri «fatti prigionieri» in aeroporto per colpa di compagnie distratte o agenzie disinvolte. Con il solito corollario di coincidenze mancante e bagagli smarriti. Insomma ce ne è quanto basta e avanza per creare un clima di intolleranza tra i viaggiatori. Intolleranza esplosa ieri a Malpensa appunto con l’aggressione a due hostess.
Tutto inizia il giorno prima quando il volo di Air Italy per Crotone viene annullato per guasto all’aereo. In qualche modo una trentina di passeggeri viene fatta ugualmente partire con altri mezzi, tutti gli altri rimandati al giorno dopo. Ieri mattina alle 5 all’apertura del check-in i vacanzieri erano tutti davanti agli sportelli. E alla fine è scoppiato il «tumulto». A farne le spese due addette Sea, insultate, strattonate e spintonate.
Poi gli animi si sono calmati, l’aereo è partito e le due donne, scosse e spaventate, sono finite al pronto soccorso. Subito dopo Sea, società di gestione degli scali milanesi, ha puntualizzato di aver fornito tutta la necessaria assistenza ai passeggeri ma che fornirà altra assistenza, legale in questo caso, anche alle due dipendenti malmenate.