«Voloire, restano legami forti con Milano»

Il Comando risponde alle critiche: «Solo risorse da ottimizzare»

Le «Voloire» devono salutare Milano. Il dado è tratto e lo storico reggimento di artiglieria a cavallo sarà presto trasferito a Vercelli. La decisione ormai è stata presa e ha natura tecnica, operativa ed economica: si spiega con la necessità di razionalizzare le risorse dell'esercito in una fase di generali ristrettezze della finanza pubblica. Lo conferma il comando militare dell'esercito, commentando le reazioni emerse giovedì; posizioni riportate anche dal «Giornale» e animate da una passione che ha rischiato di trascendere la fisiologica discussione di merito sull'operazione. Lo Stato Maggiore della Difesa, in particolare, considera «di carattere denigratorio» il commento del colonnello Piero Sandoli, portavoce dell'associazione nazionale delle Voloire. E Sandoli ieri si è di fatto scusato, esprimendo «grande rincrescimento» e «profondo disagio». Intanto il comando militare dell'esercito della Lombardia garantisce: «Le tradizioni di questo storico reparto e il legame che ha con la città di Milano saranno comunque salvaguardati».