Volta Mantovana e palazzo Gonzaga nuovo paradiso dei vini passiti

I saloni di Palazzo Gonzaga, fatto edificare dai marchesi di Mantova verso la metà del 1400 come villa di campagna a Volta Mantovana, piccolo centro di origini antichissime sulle morbide colline tra il lago di Garda e la pianura, ospitano da oggi a domenica la Mostra nazionale dei Vini passiti e da meditazione, ottima occasione per assaggiare e confrontare i più pregiati vini passiti italiani. Ospite d’onore la Francia, con una selezione di cinque produttori appartenenti al Syndicat des Crus Classés de Sauternes et Barsac.
Per tutta la durata della manifestazione, sommelier e analisti sensoriali propongono degustazioni guidate dei grandi francesi e degli italiani abbinati a dolci, confetture, Grana Padano Dop Riserva, fegato grasso d’oca di Mortara, Gorgonzola piccante del Consorzio di tutela, cioccolato e sigari. Un programma che si completa con la rassegna dell’editoria di settore, una mostra fotografica, gli spazi di gioco per i bambini, le visite guidate alle torri del mastio e al castello e, non ultima, la mostra-mercato di vini e prodotti tipici locali. Biglietto d’ingresso 5 euro, comprensivo di un buono per l’assaggio di un vino passito. Info e prenotazioni 0376.839431.
I ristoranti di Volta Mantovana presentano un menu a prezzo fisso di 25 e due incontri speciali: questa sera, al Ristorante La Fontana, cena con i vini mantovani premiati al Vinitaly (35 ) e domani, al Ristorante Villa Boselli, cena di gala con abbinamenti tra la tradizione culinaria italiana, i vini delle Colline Moreniche del Garda e i sontuosi Crus Classés de Sauternes et Barsac a 40 . Elenco dei locali e menu completi in vinipassiti.net.