Voltri dice basta a rom e accattoni

C’è il nuovo Governo e io spero, come cittadino italiano, prenda «immediatamente» severe misure per arginare l’immigrazione. Giorni or sono ho sentito che dei voltresi sono andati dai carabinieri per lamentarsi della continua presenza di accampamenti romeni sulle rive del torrente Leira, dove costoro fanno i cavoli loro, infischiandosene sfacciatamente di trovarsi da abusivi in terra straniera, tanto più che giornalmente sono a delinquere per Voltri (ovviamente per procurarsi il mangiare). Ebbene caro Lussana i voltresi esasperati di questa situazione si sono rivolti per l’ennesima volta alle Forze dell’ordine ma loro... hanno solo fatto presente che i romeni fanno parte della Comunità Europea perciò non sono perseguibili.
Errore!!! I graduati (brigadieri o marescialli) che hanno risposto a questi cittadini italiani del Ponente ho paura che non abbiano riflettuto sulle giuste lagnanze voltresi.
1. Il Governo romeno sa benissimo che l’Italia non è l’America ma «territorialmente più piccola di (31 volte), meno degli Stati Uniti, perciò questi disperati irresponsabilmente si mettono all’accattonaggio se non a rubare, scippi, rapine, assalto alle ville e nella disperazione arrivano anche all’omicidio.
2. Perciò è falso dire ai residenti italiani che i romeni hanno gli stessi diritti di noi nati e cresciuti in questa terra dove paghiamo fior di tasse. Morale? Se costoro si comportano «incivilmente delinquenziando» in modo arrogante si devono mandare al «paese d’origine»... altro che Comunità Europea!
3. Altro grave problema sono la presenza su tutto il territorio italiano delle migliaia e migliaia di zingari e nomadi che vivono di elemosine mandando in giro per vie, piazze, autobus, treni, santuari, chiese, duomi ecc... ecc... innocenti bambini di cui il loro avvenire sarà alquanto incerto e buio.
4. La Sinistra (ma anche la Chiesa) con il suo subdolo pietismo altruistico, non si rendono conto che gli italiani sono stufi di violenza, ladrocinio, strafottenza, hanno portato la nostra bella Italia a livello di Terzo Mondo.
5. Il neo Governo di Berlusconi dovrebbe (per rispetto agli italiani) ripristinare al più presto la legge che vieta l’accattonaggio, tolta dal Primo Governo di Sinistra «inconsciamente ed irresponsabilmente». Mesi or sono a Prà fui avvicinato da un giovane di circa 20 anni che mi chiese: «Me li dai due euro?». «Ma come - risposi - giovane come sei non ti vergogni a domandare l’elemosina?». Risposta? «Questo è il mio lavoro eppoi la legge me lo permette!».
6. Vorrei (come vecchio Alpino) ricordare all’onorevole Berlusconi di rimettere possibilmente la Leva obbligatoria per i giovani con la ferma di almeno un anno perché un po’ di disciplina con marce «zaino affardellato» farebbe bene al corpo e alla mente aiutandoli a costruirsi un carattere ed a formarsi «veri uomini» altro che debosciati e... perdibraghe!
Domando scusa per la mia schiettezza.