Voltri Festa all’Oratorio del 1600

Riapre oggi alle 18 dopo una lunga attesa da parte dei fedeli, non solo voltresi, l’Oratorio Morte e Orazione di via Ernesto Guala a Voltri, dopo gli importanti lavori di restauro. La ricorrenza è curata dall’Arciconfraternita della Morte e Orazione - Ente fondatore degli ospedali voltresi. Nell’occasione, verrà esposta una copia della Sacra Sindone in scala, riproduzione dell’originale dopo i restauri del 2002. All’Oratorio sarà celebrata una Messa, presieduta da Monsignor Agostino Delfino, vescovo di Berberati, Repubblica Centroafricana. I lavori di restauro alla chiesa voltrese, un edificio di interesse storico costruito nel 1600 e vincolato dalla Soprintendenza per i Beni Storici e Artistici della Liguria, sono stati eseguiti dall’impresa genovese Edilpiemme, committente la Asl 3, proprietaria dell’immobile. Sono stati ricollocati alle pareti e sopra l’altare centrale i prestigiosi quadri che abbelliscono la chiesa. L’Oratorio Morte e Orazione riapre quindi i battenti dopo un periodo di chiusura. Una «riconquista» importante, per tutti i membri dell’Arciconfraternita della Morte e Orazione, ma anche per i numerosi fedeli della delegazione genovese. A questo proposito, in occasione della riapertura e dell’Esposizione della copia della Sacra Sindone, è stata organizzata dall’Arciconfraternita una «Settimana Sindonologica» che si svolgerà da domani Per tutta la settimana l’Oratorio resterà aperto dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19. Don Fabio Bianchini guiderà la riflessione nel corso della celebrazione quotidiana delle 18. Venerdì 1 ottobre, alle 16, don Roberto Gottardo, dell’arcidiocesi di Torino, e il professor Bruno Barberis, direttore del Centro Internazionale di Sindonologia di Torino, guideranno la via Crucis con la Sindone, mentre alle ore 20,45, si terrà un incontro dal titolo «La fragilità dell’uomo: dal curare al prendersi cura». La «Settimana Sindonologica» si concluderà sabato 2 ottobre alle 20,45 con la relazione di Bruno Barberis dal titolo «La Sindone: il futuro della ricerca dopo l’ostensione», che sarà preceduta dagli interventi di Anna Dagnino, docente di storia dell’arte e assessore provinciale, e Giovanni Poggi, priore generale delle confraternite dell’Arcidiocesi di Genova, sulla storia delle confraternite. L’Arciconfraternita della Morte ed Orazione in Voltri è un ente ecclesiastico fondatore e amministratore fino agli anni Settanta del secolo scorso degli ospedali voltresi. Con quest’iniziativa desidera permettere ai fedeli di riscoprire il luogo di culto e la storia che ha spinto numerose persone a impegnarsi nella cura dei poveri e dei sofferenti nell’arco dei secoli.