Voltri in una morsa di fumo nero per l’incendio nella baraccopoli

Un fumo denso, che è arrivato fino in centro nella delegazione del ponente genovese. A Voltri, ieri, sulle rive del Leira negli edifici abbandonati che sono sempre (nonostante gli sgomberi) occupati dalla famiglie rom è divampato un incendio che ha impegnato i vigili del fuoco per tutta la giornata. Impossibile per i pompieri entrare nell’edificio per domare le fiamme viste le precarie condizioni dello stabile, definito pericolante. Impossibile dunque stabilire le cause dell’incendio. Recentemente un altro rogo era divampato nello stesso edificio a causa di un fornelletto acceso da uno zingaro. «É una vergogna - tuona Ildo Canneva - capogruppo di An nel municipio Ponente -, dicono che li fanno sgomberare ma questi rom non se ne vanno mai e accadono cose come queste». L’esasperazione dei voltresi, che ieri sono rimasti ammorbati da una fitta coltre di fumo, è espressa anche dal consigliere comunale della Lega Alessio Piana: «Il Comune non fa nulla, ora si muova».