Volumi rari, antichi o introvabili in Fiera scoppia la «Libridine»

Siete più numerosi di quanto non vi aspettereste. Voi, amanti dei libri antichi, ma anche dei fumetti introvabili o dei manifesti cinematografici avrete dal 31 ottobre un’interessante opportunità. Da non perdere.
Alla Fiera di Genova, con ingresso gratuito, c’è, fino al 2 novembre «Libridine», il salone del libro antico, esaurito e introvabile. La rassegna, che potrebbe presto diventare un fiore all’occhiello per il programma fieristico, è inserita nell’ambito di Tuttantico, mostra mercato dedicata all’antiquariato che riunisce ogni anno a Genova migliaia di amanti del brocantage. Ed è apparso naturale ai vertici della Fiera di Genova, presieduta da Paolo Lombardi, viste anche le richieste del pubblico, ampliare l’offerta espositiva con un grande spazio dedicato alla cultura. Collezionisti e semplici appassionato avranno a disposizione quaranta espositori, non solo italiani, tra librai antiquari, bancarellai, studi bibliografici, rivenditori di fumetti, riviste e materiale cinematografico. In totale saranno un centinaio i banchi dove assaporare il piacere della scoperta di un volume che si credeva di non poter mai sfogliare. E ci sarà modo di confrontarsi con gli esperti sul tipo di rilegatura, di stampa, di materiale con il quale è stato realizzato. «Il libridinoso estremo - spiegano con un sorriso all’ufficio stampa della Fiera di Genova -, può non avere interesse al contenuto del libro, a quello che c’è scritto, ma avere un piacere sottile ad assaporare l’aroma del volume, a sfiorare con i polpastrelli la grana della carta».
Insomma c’è di che divertirsi andando alla scoperta, in tre giorni molto pieni, di pezzi rari e costosi, ma anche di volumi di un passato non troppo lontano, che le librerie non hanno più. In programma ci saranno anche alcuni incontri di approfondimento: in particolare sabato primo novembre ci sarà «Bibliofilia: mania o malattia?» incontro al quale parteciperanno Mario Scognamiglio, segretario dell’Aidus Club, matteo Collura, Giorgio Devoto e Giuseppe Marcenaro.
Domenica Antonio Todde parlerà di umorismo e poesia partendo dai disegni di Giuseppe Novello e Sergio Fedriani. Da non perdere una mostra di autografi di personaggi famosi curata da Scripta Manent di Albenga. E dopo gli incontri campo libero alla curiosità, per cercare rarità che magari nemmeno si immaginano.
Orario di apertura dalle 10 alle 20. Ingresso gratuito.